COMUNICATO STAMPA MEDDAYS NIZZA

- By - - In Senza categoria

Se è vero, com’è vero, che il mondo globalizzato in cui viviamo, impone una sempre più attenta considerazione sui processi di internazionalizzazione della cultura, è altrettanto vero che le dimensioni spazio-temporali delle nostre realtà devono anche confrontarsi con una rappresentazione iconica e simbolica di beni e servizi e con una crescente richiesta e ricerca di esperienza nella fruizione degli stessi, tanto da imporre i concetti di identità e partecipazione territoriale come nuovi paradigmi che rappresentano, al contempo, valore specifico e caratteristica distintiva potenzialmente in grado di attrarre attenzione su scala mondiale.

L’associazione MedExperience è nata con la finalità caratterizzante di contribuire a rispondere a queste nuove esigenze delle società del XXI secolo, ponendosi l’obiettivo primario della concreta definizione e divulgazione di un modello culturale, individuato nella definizione di “mediterraneo”, che si caratterizza in termini di sostenibilità, accessibilità, socialità, responsabilità, etica, partecipazione attiva.
Dopo un iniziale periodo di programmazione, la neocostituita realtà associativa, forte della presenza di numerose e valide professionalità, ha già affrontato un importante appuntamento oltreoceano con la manifestazione “MedDays” di Toronto, una tre giorni in cui, partendo dalla Dieta Mediterranea, sono andate in scena le eccellenze enogastronomiche, artistiche, artigianali delle nostre comunità.

Il prossimo, importante appuntamento, è all’Ambasciata di Nizza dal 19 al 23 novembre p.v. per partecipare ad una manifestazione che già nelle edizioni degli anni passati ha conosciuto importanti apprezzamenti, anche a livello internazionale: è la “Settimana della Cucina Italiana a Nizza”, un’occasione unica, da non perdere, in cui i MedDays costituiranno un importante trampolino di lancio per l’intera Europa.
La Dieta Mediterranea, in quanto Patrimonio Mondiale, iscritto nella prestigiosa Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, il 16 novembre 2010, è già stata importante occasione di co-progettazione strategica per il territorio vibonese…partendo dal mangiar sano, frutto della sintesi millenaria dei regimi alimentari delle società affacciate su questo mare carico di storia, sono stati attenzionati diversi dei complessi aspetti ricompresi dall’UNESCO nel riconoscimento di questo Bene Immateriale: l’ eccellente ed equilibrato esempio di contaminazione tra natura e cultura, lo straordinario equilibrio tra l’uomo e l’ambiente, inteso come ambiente naturale, ma anche storico, sociale, culturale, antropologico, la salvaguardia della diversità biologica, le buone pratiche sociali, le abilità, i saperi, i momenti di gioviale condivisione del cibo che diventano anche occasione di incontro e di scambio di culture e di idee, i paesaggi e le rappresentazioni di esso, i resti delle civiltà millenarie racchiuse e custodite nei reperti archeologici, le espressioni artistiche che immortalano questi aspetti candidandoli a superare l’effimero del tempo che trascorre….
L’evento a Nizza sarà tutto questo…a cominciare dall’appuntamento convegnistico di lunedì 19 che vedrà la partecipazione di autorevoli esponenti del panorama scientifico nazionale e internazionale quali Vincenzo Natale, medico, direttore del reparto di medicina di emergenza urgenza di Vibo Valentia, che affronterà il tema della prevenzione nelle patologie cardiovascolari, attraverso la terapia alimentare e di Maria Concetta Tornese, nutrizionista, che parlerà di alimentazione mediterranea, salute e benessere.
L’elevato spessore che contraddistingue l’evento non poteva non prevedere un’attenzione specifica verso l’ Arte, il sublime del sublime che, nelle sue varie e diversificate manifestazioni, possiede, intrinseca in sé, la capacità di riscattare decenni di buio, distanze altrimenti incolmabili dal Bello e dalla Bellezza; l’Arte che, nel potere connettivo che la caratterizza per essere luogo tradizionale dell’aura, si presenta come unica vera forza capace di assorbire, marchiare, valorizzare e impadronirsi anche di settori come l’industria ed il turismo, ontologicamente orientati al pragmatismo. Riconoscere e presentare al mondo il senso di queste istanze che elevano l’umanità al sublime è il segno chiaro ed evidente della volontà di restituire all’Arte il suo significato di creazione di Valore nei sistemi sociali, economici, educativi.

L’importante e delicato compito di porgere questi messaggi al Consolato Italiano di Nizza è stato affidato, non a caso, a Pasquale Lettieri, curatore di eventi e critico d’arte, nonché poeta, biografo e giornalista. Ad impreziosire, ulteriormente, la kermesse, sarà l’intervento finale di Rosario Chimirri, architetto e docente UNICAL che presenterà, per l’occasione, il progetto, ampio e complesso, sulla Valle dell’Angitola e sul suo patrimonio, a cominciare dai paesaggi e dai prodotti enogastronomici tipici. A moderare l’evento sarà presente Anna Rosa Macrì, nota e stimata giornalista RAI.
Specialissima sarà la presenza a Nizza, per diverse esibizioni, delle giovani studentesse del liceo coreutico di Vibo Valentia, accompagnate dai maestri Daniela Ruggiero e Vincenzo Le Pera, a testimonianza della priorità che l’educazione e la formazione dei giovani deve assumere in progetti sostenibili e lungimiranti.
Diverse sono le aziende che hanno totalmente abbracciato il progetto di valorizzare e diffondere la cultura mediterranea e che presenzieranno a Nizza. Faranno degustare i loro prodotti, in occasione degli show cooking organizzati al Consolato, i fratelli Marano con il loro olio, il pastificio Soldano e Fedele, i pasticceri Scibilia dell’azienda Fontana Vecchia, Cardone, Cicciò del Duomo e Fiorino, i caseifici Stirparo di Botricello e i Casolari di Polistena, le aziende Maresusa, Gulia Food e Delizie Vaticane per le mousse di cipolla e i pesti, l’azienda Fiamingo per i salumi.
I gioielli con il marchio Cariatide, esaltazione dell’artigianalità e della magnificenza dell’arte orafa, doneranno un tocco di raffinata eleganza alle esposizioni presentate in Costa Azzurra.
Ideatore e curatore dell’evento MedDays Nizza è Antonino Tornatora, socio attivo del Club per l’UNESCO di Vibo Valentia e di MedExperience.

 

 

 

Prof. Pasquale Lettieri
Critico d’arte